MIGLIORAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI

DIAGNOSI ENERGETICA: EDIFICIO RESIDENZIALE
Un esempio in Brianza - 2011
Nel presente caso il committente era interessato a valutare la possibilità di intervenire per ridurre le dispersioni termiche della propria abitazione, una villetta unifamiliare composta da un piano seminterrato adibito a deposito non riscaldato e da un piano rialzato ed un piano sottotetto, riscaldati ed adibiti entrambi ad abitazione.
La richiesta della proprietà era quella di valutare quale beneficio termico fosse possibile ottenere dalla sostituzione delle finestre, verificando nel contempo gli aspetti economici, così da consentire una scelta oculata e consapevole.
Il fabbricato, costruito con murature massicce in pietrame e laterizio, copertura in legno coibentata con lana di roccia e impianto di riscaldamento costituito da generatore alimentato con gas metano e termosifoni, era dotato di finestre in legno di buona fattura, dotate di doppio vetro con interposta aria e telaio dello spessore di 70 mm, con cassonetti in buono stato e con discreto grado di ermeticità.
In prima battuta è stata eseguita una analisi delle bollette relative al consumo del gas metano che ha consentito, scorporata l’incidenza dei consumi riferiti alla produzione dell’acqua calda sanitaria, di ottenere informazioni precise relativamente ai reali consumi imputabili al riscaldamento dell’abitazione. Successivamente si è proceduto alla costruzione di un “modello termico” dell’edificio sul quale è stato poi fatto il bilancio energetico complessivo del fabbricato; i risultati del bilancio sono poi stati messi a confronto con i consumi reali per accertarne l’attendibilità, così da potere attribuire ad ogni elemento costruttivo la rispettiva quota di dispersione termica.
L’analisi energetica ha evidenziato che più della metà delle dispersioni complessive erano attribuibili alle pareti esterne, sia per l’elevata superficie, che per la scarsa resistenza termica; alle finestre, era invece possibile imputare una quota di circa l’11% delle perdite termiche complessive.
Ipotizzando di sostituire le finestre, con serramenti con triplo vetro ad alte prestazioni (UW medio di 1,1 W/m² K) si è potuto stimare che la quota di consumo imputabile alle finestre avrebbe subito, rispetto a quella attuale, una riduzione intorno al 40 %, riduzione elevata ma poco influente sul consumo complessivo dell’edificio (ammontando infatti a circa il 4,5 %).
Il risparmio economico derivante dalla sostituzione dei serramenti avrebbe consentito di recuperare la spesa sostenuta in un periodo di tempo stimabile in circa 40 anni, superiore alla durata presunta delle finestre stesse, diversamente la spesa sostenuta per un cappotto di 12 cm di spessore, avrebbe avuto invece un periodo di ritorno dell’investimento di circa 12 anni, quindi inferiore alla durata attesa dell’elemento costruttivo.
Da un punto di vista esclusivamente energetico ed economico è stato possibile concludere come la sostituzione delle finestre nell’edificio esaminato non fosse un intervento particolarmente conveniente, rispetto ad un cappotto termico.
Diversamente, considerando anche l’aspetto del comfort termico ed acustico la sostituzione avrebbe portato degli importanti miglioramenti, infatti con finestre dalle elevate prestazioni termiche aumenta la temperatura interna delle superfici vetrate nel periodo invernale, si annullano gli spifferi e si incrementano decisamente le caratteristiche di isolamento acustico di facciata del fabbricato.
TIPOLOGIA DI INTERVENTO: Diagnosi Energetica

DESTINAZIONE: Residenziale

LOCALIZZAZIONE: Lombardia - Brianza

L’Audit (o check up energetico) di un fabbricato prevede l’esecuzione di un sopralluogo e l’esame della documentazione disponibile, la raccolta di tutte le informazioni, necessarie al successivo inserimento dei dati rilevati in uno strumento di calcolo, per finire con l’elaborazione di un modello matematico dell’edificio.
Si ottiene così il profilo dei consumi di energia e la loro attribuzione ai singoli componenti dell’edificio.
SEDE DI MERATE - Tel./Fax: 039 990 12 67 - Mobile: 339 4391451
info@sonnergie.it
SEDE DI CANTU’ - Tel./Fax: 031 05 60 288 - Mobile: 347 5447225